La scelta di strumenti e attrezzi per verniciare legno e matello e la loro manutenzione sono elementi fondamentali per un buon lavoro di pittura o restauro di superfici in legno e metallo. Ricorda soprattutto di aver cura di strumenti e attrezzature, proteggere ciò che non vuoi pitturare e te stesso. I prodotti ad acqua D’AQUA sono ideali perchè hanno bassissime emissioni VOC, e richiedono utilizzo di sola acqua per pulire gli strumenti.

Quando decidiamo di dedicarci a un lavoro di pittura o restauro difficilmente abbiamo a disposizione ampi locali nei quali sbizzarrirci nel nostro hobby.

Dobbiamo invece ricavare uno spazio in garage, sul terrazzo, sul balcone; i più fortunati possono occupare un piccolo spazio in giardino, ma c’è anche chi lo fa in soggiorno, partner permettendo, e dopo aver promesso solennemente di pulire e rimettere tutto a posto.

L’allestimento del nostro piccolo laboratorio, dipende dunque dallo spazio che abbiamo a disposizione e, ovviamente, dal budget che vogliamo impegnare. Con 4/5 mq potremo utilizzare solo utensili manuali ed elettrici, con 10/12 mq oltre agli utensili possiamo pensare di acquistare qualche strumento semiprofessionale e più ingombrante.

Ecco le principali attrezzature per verniciare che ti dovresti procurare per un lavoro di pittura e rifinitura:

  • telo plastica, guanti, mascherina, nastro per mascheratura;
  • carta abrasiva sottile; panni morbidi (lana o cotone);
  • spatole;
  • rulli;
  • pennelli;
  • pistola a spruzzo, aerografo;
  • secchio, griglia e vaschetta;
  • aste telescopiche.

Lavorare sempre in sicurezza e proteggere mobili e pavimenti

Per poter lavorare bene è importante allestire uno spazio che ti permetta di muoverti con agio, e avere a disposizione tutto l’occorrente per eseguire il lavoro in sicurezza.

Conviene usare un telo in plastica o dei giornali per coprire il pavimento. Potrai così proteggere le superfici e sarà più semplice pulire a fine lavoro.

Per le superfici più piccole o delicate che non devono essere dipinte, il tuo migliore alleato sarà il nastro per mascheratura. E’ un nastro adesivo di carta adatto a proteggere i battiscopa e tutto ciò che non deve cambiare colore.

E’ sempre meglio utilizzare dei guanti in lattice, abbigliamento da lavoro e tenere a portata di mano una mascherina per proteggere gli occhi da eventuali schegge o microparti di materiale e schizzi di vernice.

Se usi vernici con solventi, la mascherina va assolutamente indossata per evitare di inalare i VOC tossici (Composti Organici Volatili). Ma con le vernici all’acqua D’AQUA di Sirca, saremo al sicuro dalle esalazioni nocive.

Attrezzature per verniciare: rulli, pennelli, pistole a spruzzo e aerografi

La scelta dello strumento adatto al tuo lavoro, dipende dalla tipologia e grandezza della superficie da pitturare.

Rullo

Serve per dipingere grandi superfici in modo uniforme. Scegli sempre quelli montabili e smontabili, in modo da poter sostituire la sola parte usurata o nel caso rotta. 

Ogni rullo è formato da:

  • un manicotto: il tubolare per stendere la vernice, nonché la parte che determina la qualità del rullo. Per la pittura D’AQUA il più indicato è quello a le fibre sintetiche perché la pittura vi aderisce meglio. Scegli sempre quello antigoccia.
  • un manico: dimensionato al manicotto, meglio se a clip che a vite (montaggio e smontaggio più veloci);
  • un’impugnatura: legno o in plastica , non importa, ma che sia ergonomica.
Pennello

E’ indicato per superfici ridotte come cornici, battiscopa, mobili ecc. e per i bordi di grandi superfici. Le setole naturali sono sicuramente migliori per elasticità e durata, e particolarmente indicate per le pitture ad acqua D’AQUA.

Per le pitture con solventi chimici, sono più indicate quelle sintetiche.

Esistono molte varietà di pennelli e la scelta dipende dalla superficie e dal supporto da dipingere:

  • pennello rettangolare o piatto: ha la caratteristica di contenere una grande quantità di vernice per ogni passata;
  • pennello tondo (o strozzato): è indicato per dipingere aree specifiche come gli angoli, le finestre, le modanature ecc.;
  • pennello a tampone: serve per creare diversi effetti. Indicato comunque per piccole superfici o per lo stencil.
  • Pennello per finitura: ha setole sottili, ed è importante sia di qualità perché non perda setole.
Pistola a spruzzo e Aerografo

E’ molto pratica e fa sicuramente guadagnare tempo; adatta a numerosi tipi di vernice, ma non è semplice da gestire, bisogna fare un po’ di esperienza. State attenti agli schizzi!

Per lavori ancora più creativi e di precisione un AEROGRAFO è ancora meglio.

Asta

Un’asta per pittura è un’alternativa molto pratica alla scaletta quando dipingi in altezza. Meglio procurarsene una con manico telescopico regolabile che si adatti alla lunghezza desiderata, meglio ancora se dotata di un sistema orientabile che rende più facile l’accesso a travi e cornici.

Secchio, vaschette, spatole e schermi

Per dipingere sono necessari una vaschetta o un secchio. Ti permetteranno di distribuire bene la pittura sul rullo ed evitare la formazione di gocce passandolo sulla parte striata. Fai attenzione a prendere un secchio commisurato al rullo che scegli.

Se ti servi di una scaletta, scegli una vaschetta con piedini che ne facilitano il posizionamento sul ripiano della scala. Una griglia per rullo da abbinare alla vaschetta è utile per togliere l’eccesso di vernice sul manicotto del rullo.

Uno schermo o una spatola è un ottimo strumento per mascherare e creare una linea ben definita proteggendo il perimetro dell’area da dipingere – vetro, carta da parati, piastrelle ecc. 

Kit per la verniciatura

L’acquisto di un kit per la pittura è sempre vantaggioso perché include tutti gli attrezzi indispensabili. Le offerte variano a seconda delle necessità, e ovviamente della qualità.

Se devi acquistare tutto è meglio che ti munisca di un kit che contenga già gli attrezzi indispensabili al giusto prezzo: pennelli di misure diverse, rulli, una spatola ed una vaschetta per la pittura. Così non dimenticherai nulla.

Preparare la superficie da verniciare

Per preparare la superficie da dipingere, avrai bisogno di carta abrasiva, più o meno sottile a seconda della superficie da levigare o del tipo di vernice precedente da rimuovere. Con un panno asciutto potrai poi pulire attentamente la superficie prima di cominciare il tuo lavoro.

Puoi ora procedere con il prodotto d’aqua che hai scelto per il tuo lavoro: smalto, impregnanti, primer.

Pulire

Dopo ogni attività di pittura, gli attrezzi devono essere puliti e trattati con cura: una buona pulizia di rulli e pennelli permette di mantenere le loro proprietà intrinseche di elasticità delle setole, morbidezza e flessibilità dei plafoncini.

Se le setole del pennello o del rullo restano troppo secche o pulite male, il risultato del vostro prossimo lavoro sarà compromesso.

Non è necessario usare un solvente per pulire gli attrezzi che sono serviti ad applicare la pittura ad acqua D’AQUA, è sufficiente dell’acqua. 

Se invece avete utilizzato prodotti con solventi, per rimuovere ogni traccia di colla o di vernice si utilizza l’acetone o acquaragia.

Utilizziamo i cookie per una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni